Ristorante: Ristorante le gatte
Chef: Vincenzo Mostacciolo

Il ristorante

Il ristorante “le Gatte” apre le sue porte nel 1991 in un edificio del 1500 che era una volta adibito a deposito di pescatori. Sul finire degli anni ‘80, tre amici Mimì Passaro, Peppino Maiuri e Stefano Carrano decidono di inseguire e realizzare un loro sogno trasformando l’antico edificio in un luogo di calda accoglienza, gestito con grande impegno.

Sotto i portici, è stato allestito il bar che con gli anni è diventato un punto d’incontro; inoltrandosi per le scale, si giunge nelle sale del ristorante e della pizzeria.

Il ristorante, si affaccia sul mare: cenare sul terrazzo sotto le arcate, è un ristoro per l’anima.

Si utilizzano prodotti di prima qualità e molti prodotti di Presìdi Slow Food, come i fagioli di Controne, i ceci di Cicerarale, la soppressata di Gioi, le alici di Menaica ed altro, tant’è vero che il ristorante aderisce a l’Alleanza tra i cuochi e i Presidi Slow Food, impegnandosi a cucinare e valorizzare tali prodotti.

Anche per la pizzeria la stessa attenzione a cominciare dal forno a legna, si utilizzano prodotti ricercati e autoctoni e di qualità come la mozzarella D.O.P. Del Battipagliese, i pomodorini del Piennolo del Vesuvio, il pomodorino Corbarino, l’olio extravergine delle colline Cilentane e tanti altri ancora.

Anche il pane servito è fatto in casa con farine selezionate e gli stessi dessert sono prodotti nei laboratori del ristorante.

www.legatte.it

Lo chef

Vincenzo Mostacciolo

Vincenzo Mostacciolo classe 1987 è uno chef emergente. La sua formazione è iniziata in costiera amalfitana dove ha lavorato in rinomati ristoranti e alberghi. Dopo alcune esperienze lavorative sia in Italia che all'estero, e dopo aver frequentato diversi corsi di formazione presso la Boscolo Etoile e altre scuole ha deciso di lavorare nella sua terra di origine il Cilento. Il suo intento vuole essere quello di proporre sia sapori mediterranei, sia antichi piatti della tradizione campana rivisitati in chiave moderna con l'intento di farne riscoprire i sapori, basandosi sulla genuinità dei prodotti e ponendo particolare attenzione alla presentazione degli stessi.