Stampa

DADO GUSTO DECISO

Di Cukò

 53'

N.B. Utilizzare solo ingredienti senza glutine, verificando l'etichetta riportata sulla confezione del singolo ingrediente e comunque in base a quanto disposto dalle vigenti leggi locali in materia di etichettatura degli alimenti o verificando il prontuario redatto dall'AIC, Associazione Italiana Celiachia.

Ingredienti per persona

Per l'esecuzione
50 g sedano tagliato a cubettoni
30 g scalogno
90 g carote pelate tagliate a cubettoni
10 g aglio a spicchi
3 foglie salvia
1 foglia alloro
1 rametto rosmarino tritato
4 bacche ginepro (facoltativo)
200 g carne macinata di manzo
100 g pancetta a cubetti
1 misurino di marsala
300 g sale grosso

Esecuzione

Passaggi Accessori Tappo
dosatore
Inserire nella boccia il sedano, lo scalogno, le carote, l’aglio, la salvia, l’alloro, il rosmarino, le bacche di ginepro e tritare. Lama inox SI 1 min - velocità 10
Aggiungere la carne e la pancetta. Lama inox SI 1 min - velocità 7
Aggiungere il marsala e il sale, togliendo eventualmente il tappo dosatore nella fase finale per far evaporare. Lama inox SI 50 min 100 ° C velocità 3
Frullare fino ad ottenere un risultato perfettamente omogeneo, eventualmente lavorando ad impulsi nella parte finale. Se si desidera una consistenza più densa, prolungare la cottura per altri 10 minuti a 100° C e velocità 3, togliendo il tappo dosatore per aiutare l’evaporazione ed inserendo la pala mescolatrice per evitare che attacchi sul fondo. Lama inox SI 20 sec - 10 pulse

Consigli

Questo dado, grazie all’alta quantità di sale, si conserva fino a 2 mesi in frigorifero, in un vasetto di vetro ben chiuso. In alternativa è possibile conservarlo in freezer: metterlo inizialmente in una cubettiera per ghiaccio e poi, quando è ghiacciato, trasferire le monodosi in un sacchetto, da utilizzare all’occorrenza. Uno o due cucchiaini corrispondono circa ad un dado tradizionale, ma l’effetto “salato” dipende da quanto è denso e concentrato: le prime volte è opportuno aggiungerlo poco alla volta.

Varianti

E' possibile aggiungere del lardo di Colonnata oppure del buon guanciale per dare al dado un gusto ancora più caratterizzante.

Ricette correlate