Stampa

MARMELLATA DI CIPOLLE DI TROPEA E ACETO BALSAMICO

Di Cukò

 65'
Marmellata_cipolle_tropea_63982583_Web

Ingredienti per persona

Per l'esecuzione
800 g cipolle rosse di Tropea tagliate a pezzi
40 g cognac (1 tappo dosatore)
100 g zucchero
1 foglia di alloro
1 chiodo di garofano (facoltativo)
200 g zucchero di canna
30 g aceto balsamico

Esecuzione

Passaggi Accessori Tappo
dosatore
Mettete le cipolle in una ciotola con il cognac, lo zucchero, l’alloro e il chiodo di garofano e mescolare bene. Coprire con pellicola e lasciare macerare per un paio di ore, mescolando ogni tanto. Trascorso il tempo di macerazione eliminare la foglia di alloro e il chiodo di garofano e scolare completamente il liquido formatosi, mettendolo da parte. - - - - -
Inserire nella boccia la lama inox, le cipolle scolate e tritarle grossolanamente. Lama inox - - - 4/6 pulse
Inserire la pala mescolatrice, lo zucchero di canna e l’aceto balsamico e avviare la cottura, senza mescola, intervenendo a mano con la spatola di tanto in tanto. Pala mescolatrice - 5 min 100 ° C -
Proseguire la cottura inserendo la mescola. A metà cottura verificare che la marmellata non risulti troppo asciutta: aggiungere eventualmente un po’ del liquido di macerazione messo da parte. Pala mescolatrice - 50 min 100 ° C velocità 2
Prelevare un po’ di composto con un cucchiaio e lasciare cadere una goccia su un piatto, che deve restare compatta. Se la goccia scivola via proseguire la cottura a 100°C per il tempo necessario. Pala mescolatrice - 10 min 100 ° C velocità 2
Invasare la marmellata ancora calda in vasetti di vetro. - - - - -

Decorazione

Questa marmellata è ottima per accompagnare un piatto di formaggi misti dal gusto deciso (es. formaggi francesi). Servire decorando con qualche goccia di aceto balsamico. Preparare questa marmellata in quantità e creare dei vasetti da regalare ai vostri amici. Rivestire il coperchio con un quadratino di stoffa, sfilacciandone i bordi. Legare con un filo, inserendo una piccola decorazione. Aggiungere eventualmente un bigliettino con una dedica per la persona a cui è destinato, il nome della marmellata e la data di realizzazione.

Consigli

Considerare che la marmellata si addensa ulteriormente quando si raffredda. Travasare la marmellata bollente in vasetti sterilizzati, riempendoli fino al bordo. Chiuderli bene e capovolgerli in modo da creare nel tappo il sottovuoto: una volta fredda, facendo pressione al centro del coperchio, non si deve avvertire il “click” premendo nel centro del coperchio. In alternativa creare il sottovuoto secondo la tecnica che prevede l’immersione dei vasetti in acqua bollente. Conservare i vasetti in un luogo buio e fresco e lasciar riposare qualche giorno prima di consumare.

Ricette correlate