Per migliorare la tua navigazione e personalizzare la tua esperienza su questo sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti.
Continuando la navigazione, acconsenti agli utilizzi di cookie e delle altre tecnologie descritti nella nostra Cookie Policy.

Cioccolata calda

Tempo

Preparazione: 5min
Cukò: 9min

Porzioni

4 tazze

Difficoltà

Costo

Programma

Preparazione

Modalità manuale

  • Sistemare nel recipiente la lama inox. Mettere, lo zucchero, il cacao e la maizena, mescolare a vel. 5 per 30 sec.
  • Unire il latte, cuocere a vel. 6 a 80°C per 8 min.
  • Servire subito in tazza (vedere consigli).

Consigli

Servire a piacere con un ciuffo di panna montata.

 

Varianti

  • Per aromatizzare la cioccolata calda si consiglia di lasciare in infusione il latte, dal giorno precedente, con la spezia desiderata (peperoncino, cannella, vaniglia, anice stellato, seme di finocchio, ecc). Al momento del bisogno eliminare la spezia, filtrando se necessario il latte, e utilizzarlo come da ricetta.
  • Per preparare un punch invernale alla cioccolata, dopo il passaggio 2, aggiungere 30-60 g di Rum o di liquore all’amaretto e amalgamare a vel. 6 per 1 min.
  • Per fare la cioccolata bianca calda utilizzare il latte scremato e sostituire il cacao con 100 g di cioccolato bianco a pezzi.

 

Benefici

Una calda e densa cioccolata in tazza è senza dubbio la bevanda invernale più golosa, capace di deliziare l’olfatto con il suo profumo ed il palato con il suo sapore avvolgente.

Combatte la stanchezza e migliora l’umore, grazie alla presenza della teobromina e della caffeina che svolgono azione stimolante sul sistema nervoso centrale e al triptofano, amminoacido che favorisce la produzione di serotonina, l’ormone del buonumore.

Il cacao è inoltre ricco di flavonoidi, sostanze utili per il benessere del cuore e dell’apparato cardiocircolatorio che ostacolano la formazione di coaguli del sangue e la formazione della placca aterosclerotica.

Ricorda che: l’assenza di glutine la rende perfetta per celiaci e gli intolleranti al glutine.