Per migliorare la tua navigazione e personalizzare la tua esperienza su questo sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti.
Continuando la navigazione, acconsenti agli utilizzi di cookie e delle altre tecnologie descritti nella nostra Cookie Policy.

Gattò di patate

Tempo

Preparazione: 25min
Cukò: 33min
Forno: 30min
Attesa: 15min

Porzioni

8 persone

Difficoltà

Costo

Programma

Preparazione

Modalità manuale

  • Sistemare nel recipiente la lama inox. Mettere la scamorza e l’emmentaler, tritare premendo PULSE per 10 sec. Trasferire in una ciotola e tenere da parte.
  • Senza lavare il recipiente mettere le patate, il latte e il sale, cuocere a vel. 3 a 100°C per 30 min. con il misurino sul coperchio.
  • Preriscaldare il forno a 180°C e imburrare una pirofila da forno (20×30 cm).
  • Unire 80 g di Parmigiano grattugiato, il pepe e il burro, montare a vel. 5 per 1 min. con il misurino sul coperchio.
  • Aggiungere le uova, amalgamare a vel. 5 per 30 sec. Togliere la lama inox.
  • Ricoprire il fondo della pirofila con metà dose di purè di patate e pareggiare la superficie con l’aiuto della spatola. Cospargere con il trito di formaggi tenuto da parte, il prosciutto cotto e coprire con il rimanente purè di patate.
  • Spolverizzare la superficie con il Parmigiano grattugiato rimanente, il pangrattato e distribuire alcuni fiocchi di burro (vedere consigli).
  • Cuocere in forno caldo per 30 minuti (180°C) o sino alla doratura desiderata. Togliere dal forno e lasciare intiepidire per almeno 15 minuti.
  • Servire a pezzi.

Varianti

A piacere è possibile farcire il gattò di patate con altri tipi di salumi e formaggi di proprio gradimento oppure farcirlo aggiungendo 2 uova sode affettate.

 

Benefici

Una ricetta, mille ricette. Il gattò di patate si presta come preparazione antispreco, poichè a una base di patate, uova e latte si possono aggiungere a piacere diversi ingredienti, come salumi e formaggi, anche quelli da “smaltire” dal frigorifero. Si ottiene così un piatto dal valore nutrizionale che varia dagli ingredienti usati, ma sempre molto ricco sia sul piano calorico che proteico e lipidico. Per questo motivo va considerato come un piatto unico da abbinare esclusivamente a una generosa porzione di verdura.

Ricorda che: può essere consumato sia caldo che freddo, a casa, durante la pausa pranzo del lavoro o nel pic-nic.