Per migliorare la tua navigazione e personalizzare la tua esperienza su questo sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti.
Continuando la navigazione, acconsenti agli utilizzi di cookie e delle altre tecnologie descritti nella nostra Cookie Policy.

Limonata

Tempo

Preparazione: 5min
Cukò: 2min

Porzioni

1 litro

Difficoltà

Costo

Programma

Preparazione

Modalità manuale

  • Sistemare nel recipiente la lama tritaghiaccio. Mettere 500 g di acqua, i limoni, lo zucchero e i cubetti di ghiaccio, frullare a vel. 10 per 1 min. con il misurino sul coperchio.
  • Aggiungere altri 400 g di acqua, mescolare a vel. 6 per 1 min. Versare la limonata all’interno di una brocca filtrandola a piacere, con un colino a maglia fine.
  • Servire con qualche cubetto di ghiaccio.

Consigli

  • Si consiglia di utilizzare dei limoni piccoli dalla scorza liscia e lucida, in quanto più succo.
  • Per una limonata dal retrogusto leggermente amaro si consiglia di non eliminare del tutto l’albedo dal limone, lasciandone una piccola parte.

 

Varianti

  • Utilizzare 2 piccole arance o 1 pompelmo in sostituzione dei limoni.
  • A piacere eliminare lo zucchero o sostituirlo, in base ai propri gusti, con zucchero di canna o altra tipologia di dolcificante.

 

Benefici

Tanto profumo, poche calorie, soprattutto se l’aggiunta di zucchero è limitata al valore minimo indicato nella ricetta, e tanti benefici per questa dissetante limonata che contrasta la stanchezza, grazie all’acido citrico e al potassio, protegge i vasi sanguigni e svolge un’azione positiva sul controllo del colesterolo, grazie all’esperidina, sostanza amica del cuore e dell’apparato circolatorio.

Sorseggiata durante il pasto, favorisce l’assorbimento del ferro contenuto sia negli alimenti di origine animale che vegetale.

Ricorda che: per preservare il contenuto di vitamina C occorre consumare la limonata subito dopo la sua preparazione.