Per migliorare la tua navigazione e personalizzare la tua esperienza su questo sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti.
Continuando la navigazione, acconsenti agli utilizzi di cookie e delle altre tecnologie descritti nella nostra Cookie Policy.

Pasta integrale

Tempo

Preparazione: 20min
Cukò: 2min

Porzioni

350 g

Difficoltà

Costo

Programma

Preparazione

Modalità automatica

  • Sistemare nel recipiente la lama inox. Mettere l’acqua e il sale.
  • Premere , selezionare 10 e premere . [F1]
  •  Unire la farina integrale e premere . [F2]
  • Trasferire l’impasto, che risulterà sbriciolato, sul piano da lavoro infarinato. Compattare l’impasto con le mani formando una palla e durante la lavorazione unire altra farina sino a quando risulterà compatto, omogeneo e non si attaccherà alle mani.
  • Ricavare il formato di pasta desiderato (vedere consigli).
  • Cuocere in abbondante acqua bollente salata per 3-4 minuti o sino a che la pasta viene a galla.

 

Modalità manuale

  • Sistemare nel recipiente la lama inox. Mettere l’acqua e il sale, mescolare a vel. 5 per 30 sec. [F1]
  • Unire la farina integrale e impastare a vel. 4 per 1 min. [F2]
  • Trasferire l’impasto, che risulterà sbriciolato, sul piano da lavoro infarinato. Compattare l’impasto con le mani formando una palla e durante la lavorazione unire altra farina sino a quando risulterà compatto, omogeneo e non si attaccherà alle mani.
  • Ricavare il formato di pasta desiderato (vedere consigli).
  • Cuocere in abbondante acqua bollente salata per 3-4 minuti o sino a che la pasta viene a galla.

Consigli

L’impasto di farina integrale può essere utilizzato per realizzare vari formati di pasta. Dalla pasta lunga come le tagliatelle, gli spaghetti alla chitarra, sino alla pasta corta come maltagliati, orecchiette, trofie, ecc.

 

Benefici

Spesso i cereali, e in particolare la pasta, sono considerati dei cibi che fanno ingrassare, ma tutto dipende dal tipo di pasta, da come viene condita e soprattutto dalle quantità.

Non bisogna dimenticare che uno dei consigli delle “Linee guida per una sana alimentazione italiana” è quello di consumare più cereali, meglio se integrali, perché forniscono carboidrati che vengono assorbiti e utilizzati facilmente dall’organismo senza produrre scorie metaboliche, garantendo energia a medio-lungo periodo.

Certo occorre preferire prodotti integrali ricchi di fibre che garantiscono più a lungo il senso di sazietà ed evitano bruschi innalzamenti della glicemia del sangue.

Ricorda che: il sistema di molitura migliore è quello a pietra che non determina il surriscaldamento della farina, salvaguardando al meglio i nutrienti.