Per migliorare la tua navigazione e personalizzare la tua esperienza su questo sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti.
Continuando la navigazione, acconsenti agli utilizzi di cookie e delle altre tecnologie descritti nella nostra Cookie Policy.

Pasta sfoglia veloce

Tempo

Preparazione: 20min
Cukò: 1min
Attesa: 1h

Porzioni

350 g

Difficoltà

Costo

Programma

Preparazione

Modalità manuale

  • Sistemare nel recipiente la lama tritaghiaccio. Distribuire intorno alla lama la farina 00, il sale, il burro e l’acqua, impastare premendo PULSE per 5-7 sec. con il misurino sul coperchio. Trasferire l’impasto sul piano di lavoro infarinato e compattarlo in un panetto, avvolgerlo nella pellicola trasparente e lasciare riposare in frigorifero 30 minuti.
  • Prendere l’impasto dal frigorifero e con il matterello stenderlo su un piano di lavoro infarinato, in un rettangolo di circa 60×20 cm e spesso circa 1 cm (vedere consigli). Piegare le parti esterne del rettangolo verso il centro formando un quadrato che abbia lateralmente 3 strati e lasciare riposare 10 minuti.
  • Orientare il quadrato verso se stessi in modo da vedere gli strati e ripetere per 2 volte il passaggio precedente. Avvolgere il quadrato di sfoglia con pellicola trasparente e lasciare riposare in frigorifero per altri 30 minuti.
  • Stendere la pasta sfoglia ad uno spessore di 0,5 cm e utilizzarla come indicato da ricetta (vedere consigli).

Consigli

Per lavorare bene la pasta sfoglia è necessario che l’impasto sia freddo in modo che il burro non si scaldi; a questo scopo si consiglia di lavorare su un piano da lavoro fatto di materiali freddi come il marmo o l’acciaio o in un ambiente fresco. Se durante la lavorazione diventa difficile maneggiare l’impasto significa che si è riscaldato, riporlo quindi in congelatore per 10-15 minuti e rilavorarlo.

Cottura della pasta sfoglia: riscaldare il forno a 200°C, cuocere per 12-15 minuti per piccole tartellette, 20 minuti per pezzi più grandi o secondo le indicazioni della ricetta.

 

Benefici

Pochi ingredienti per una pasta adatta alla preparazione di numerosi piatti, sia dolci che salati. Il vantaggio di cucinare la pasta sfoglia in casa sta nell’utilizzare il burro al posto di miscele di grassi e oli vegetali (palma, colza, girasole ecc..) largamente impiegate nei prodotti industriali.

L’elevato contenuto di carboidrati complessi e di grassi la rende inadatta nelle diete dimagranti e nei regimi alimentari di chi deve tenere sotto controllo l’apporto di grassi saturi e colesterolo.

Discreta è la presenza di vitamina A.

Ricorda che: per una pasta sfoglia più ricca di fibra, la farina 00 può essere sostituita con una farina di tipo 1 o 2.