Per migliorare la tua navigazione e personalizzare la tua esperienza su questo sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti.
Continuando la navigazione, acconsenti agli utilizzi di cookie e delle altre tecnologie descritti nella nostra Cookie Policy.

Pastina all’uovo

Tempo

Preparazione: 5min
Cukò: 2min

Porzioni

280 g

Difficoltà

Costo

Programma

Preparazione

Modalità manuale

  • Sistemare nel recipiente la lama tritaghiaccio. Mettere la farina di semola, le uova e il sale, impastare a vel. 3 per 1 min.
  • Aggiungere 1 cucchiaio e mezzo di farina e tritare a vel. 5 per 10 sec. Aumentare il tempo sino alla finezza desiderata.
  • Utilizzare subito o fare essiccare per 6-8 ore su un canovaccio infarinato e sistemarla in un vasetto di vetro con chiusura ermetica.

Consigli

  • Se rimangano dei pezzi di pastina più grossi spezzettarli a piacere con le mani o una volta essicata tritare nel Cukò per 2-3 secondi a velocità 5.

Benefici

La pasta è uno dei pilastri della tradizione gastronomica italiana sia sottoforma di pasta secca che di pasta fresca all’uovo. Una caratteristica di questa ricetta è l’utilizzo della semola rimacinata di grano duro dal caratteristo colore giallo ambra e dalla consistenza un po’ granolosa.

Rispetto alla farina tipo 00 di grano tenero vanta un maggior contenuto di fibra: 3,6 g contro 2,5 ed un maggior contenuto di minerali, in particolare fosforo e potassio. La pastina all’uovo rispetto alla pasta di semola che ne è priva, fornisce colesterolo, pertanto risulta meno adatta ai regimi alimentari che ne richiedono la riduzione.

Ricorda che: la porzione di riferimento quando è fresca e non ancora essiccata è di 60 g per i primi piatti in brodo e di 120 g per i primi asciutti.